Search Menu
DRENANTI - Come scegliere e riconoscere il migliore
DRENANTI - Come scegliere e riconoscere il migliore

DRENANTI - Come scegliere e riconoscere il migliore

Data: 26 aprile 2022

DRENANTI – Come scegliere e riconoscere il migliore

Vi sarà sicuramente capitato di sentir parlare di drenanti, magici prodotti per la riduzione del peso e la rimozione dei liquidi in eccesso. Ma cosa sono? A cosa servono davvero? In commercio se ne trovano di tutte le tipologie: creme, tisane, sciroppi. In questo articolo cercheremo di fare luce sul loro meccanismo d’azione, reale utilità, e approfondiremo le caratteristiche di diverse tipologie di prodotti.

Cosa sono e a cosa servono

Nel nostro organismo è presente una fitta rete di vasi, due sistemi complessi utili, tra le molteplici funzioni, anche al reflusso dei liquidi: il sistema linfatico ed il sistema circolatorio. Il sistema circolatorio, come ampiamente noto, ha il compito di trasportare il sangue in tutti gli organi e tessuti del nostro organismo, permettendo lo scambio di ossigeno ed altre sostanze nutritive. Il sistema linfatico invece ha il compito di raccogliere sostanze di scarto, tossine e liquidi in eccesso dai tessuti, per favorirne l’eliminazione. A differenza di quanto accade per il sistema circolatorio, il movimento della linfa non è garantito dall’azione del cuore ma da quella dei muscoli che, contraendosi, ne garantiscono il movimento lungo i vasi linfatici.

Per questo motivo, se restiamo seduti o immobili troppo a lungo nella stessa posizione, gambe e piedi tendono a gonfiarsi: l’immobilità muscolare fa ristagnare la linfa nei vasi linfatici, creando così gonfiore nei tessuti circostanti.

Inoltre, anche quando questi sistemi subiscono alterazioni, traumi, o smettono di funzionare a dovere (per cause legate alla genetica, allo stress, alle cattive abitudini, o generalmente a squilibri circolatori o della microcircolazione), ci ritroviamo con alcune parti del corpo gonfie e pesanti. Spesso il gonfiore provoca disagio, essendo legato a gambe, piedi e caviglie, facendoci sentire poco attraenti e causando anche dolori e fastidi. Non si tratta quindi di un mero problema estetico: se il corpo trattiene i liquidi, è probabile che sia necessario ripristinarne una corretta gestione, per non causare complicanze ben più gravi.

Ritenzione idrica ed edema degli arti inferiori possono essere disturbi collegati al ristagno di liquidi e, nella maggior parte dei casi, pur stando attenti alla propria alimentazione (cercando di renderla equilibrata e scegliendo di consumare cibi di qualità e poco processati), sembrano non migliorare. L’80% dei problemi correlati alla necessità di perdere peso vanno a braccetto con l’incapacità del nostro corpo di liberarsi di tutta l’acqua in eccesso.

Un grande aiuto può venire dalla corretta assunzione di sostanze drenanti, tramite alimenti e integratori validi e di qualità. Un drenante agisce sul sistema linfatico ma anche su quello renale, favorendo la diuresi, depurando e contribuendo allo smaltimento dei liquidi. Quando si parla di integratori drenanti, si fa riferimento a capsule o bevande contenenti fitoestratti vegetali, sostanze naturali e principi attivi derivati da piante officinali, che aiutano a stimolare la circolazione (sia linfatica che venosa) e permettono all’acqua di fluire in modo più efficiente.

Composizione e principi attivi

Dopo aver capito come può esserci utile l’assunzione di sostanze drenanti, vediamo quali sono i fitoestratti vegetali che possono aiutarci a ridurre gonfiore e ritenzione, per fornirvi la chiave per riconoscere un drenante valido.

Di seguito, lasciamo un elenco delle sostanze con riconosciuta azione drenante:

  • Tarassaco – chiamato anche dente di leone per via della sua forma, è un'erba officinale conosciuta sin dall'antichità per le sue proprietà drenanti; utilizzato anche in cucina per condire le insalate, offre il meglio di sé come drenante naturale, ed è indicato per aumentare le razioni di fibre solubili, fitosteroli, potassio, magnesio e carotenoidi.
  • Pilosella – è una pianta erbacea ispida e perenne, ottima per contrastare la ritenzione idrica ed eliminare le scorie presenti nel nostro organismo, rimedio naturale anche contro la cellulite, si distingue per la capacità di ridurre gli acidi urici (tipici di chi segue un regime alimentare scorretto, caratterizzato da un consumo eccessivo di carne). Grazie al contenuto elevato di flavonoidi, e alla sua capacità di stimolare la produzione della bile, riesce a fornire un aiuto concreto alla depurazione del fegato. La scienza moderna le conferisce anche proprietà antiinfiammatorie e schermanti i raggi UV.
  • Bromelina – questo enzima, presente nel succo e soprattutto nel gambo dell’ananas, è utile in caso di ritenzione idrica. Si ritiene possa aiutare a contrastare il dolore ed il gonfiore associati all’infiammazione, ha attività proteolitica (di digestione delle proteine) ed azione drenante, dovuta alla presenza di acidi organici. La sua assunzione sembra stimolare l'eliminazione dei liquidi in eccesso, accumulatisi nel tessuto sottocutaneo.
  • Verga d’oro – una pianta erbacea con azione depurativa, caratterizzata da un notevole effetto drenante che contribuisce alla funzionalità delle vie urinarie. È nota, inoltre, per le sue attività astringenti ed antiinfiammatorie, ed è indicata quindi anche per il trattamento degli stati infiammatori del tratto urinario inferiore.
  • Betulla bianca – albero originario dell’Eurasia, di cui si utilizzano foglie, gemme e corteccia. Viene utilizzata in erboristeria come diuretico, a cui vengono abbinate attività antiinfiammatorie. Gli estratti, infusi e tinture derivate da questa pianta sono indicate in caso di sindrome premestruale, calcolosi renale, renella, edemi, insufficienza venosa e cellulite.
  • Pungitopo – sotto forma di estratto oppure come decotto, trova applicazione come antiinfiammatorio ed antiedemigeno. L’estratto secco viene utilizzato per l’attività vaso-protettiva delle saponine, che esplicherebbero un’azione antiinfiammatoria addirittura superiore a quella dell’escina (famosa sostanza derivata dall’Ippocastano). Inoltre, contiene ruscogenina, che aiuta ad alleviare i disturbi del microcircolo come pesantezza delle gambe e senso di gonfiore.
  • Orthosiphon - facilita l'eliminazione di cloruro di sodio e aumenta l'escrezione urinaria dei composti azotati come l'acido urico.
  • Arancio amaro - grazie alla presenza in particolare di Sinefrina, contribuisce all'equilibrio del peso corporeo, allo stimolo metabolico e al metabolismo lipidico, stimolando i recettori adrenergici beta-3, presenti principalmente nel tessuto adiposo e nel fegato, o responsabili dei processi di demolizione ed utilizzo dei grassi (lipolisi).
  • Tè verde – bevanda che si ottiene per infusione dalle foglie della pianta Camelia sinensis, è conosciuto per i suoi effetti benefici sull’organismo umano e azione antiossidante. Contiene quantità elevate di polifenoli, catechine e anche caffeina. Accelera il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, facilitando la diminuzione del peso corporeo, e facilita la diuresi: è quindi utile in caso di ritenzione idrica, cellulite ed infezione delle vie urinarie.
  • Rabarbaro – di cui si utilizzano le radici decorticate ed il rizoma essiccato, agisce come amaro-digestivo. Aumenta la secrezione dei succhi gastrici, e a dosi più elevate agisce sull’intestino, inibendo l’assorbimento di acqua ed elettroliti ed aumentando così il volume del contenuto intestinale. Nella medicina popolare, viene utilizzato per contrastare i disturbi digestivi e la perdita di appetito.
  • Ciliegio – i peduncoli o piccioli dei frutti ancora acerbi del ciliegio sono utilizzati contro la ritenzione idrica e come coadiuvanti nel trattamento della cellulite. Queste proprietà drenanti sono conferite dalla presenza nel fitocomplesso di grandi quantità di Sali di potassio.
  • Lespedeza – pianta perenne, contiene diversi principi attivi che la rendono molto interessante in fitoterapia. Gli estratti delle sue foglie sono utilizzati per le loro attività protettive nei confronti dei capillari e diuretiche. Chimicamente, è composta da flavonoidi e tannini catechinici.
  • Cranberry – chiamato anche mirtillo rosso americano, ha proprietà antiinfiammatorie, antiossidanti ed antibatteriche, utili soprattutto in caso di cistiti o infezioni del tratto urinario. Viene utilizzato anche per la prevenzione di infezioni batteriche ricorrenti del tratto urinario, perché è in grado di inibire l’adesione di diverse specie Gram-negative all’epitelio delle vie urinarie. Inoltre, svolge azione protettiva sulle cellule nei confronti dei radicali liberi.
  • Uva ursina – diffusa nel nord Europa, Asia e nord America, l’estratto è ottenuto dalle foglie raccolte prima della fioritura. Contiene glucosidi fenolici (arbutina e metilarbutina), e presenta azione diuretica e antisettica.
  • Ginepro – il principio attivo si ottiene dalle bacche: presentano attività diuretica, azione carminativa e stomachica. L’olio essenziale contenuto in queste bacche ha dimostrato di possedere anche azione diuretica ed antiinfiammatoria (inibisce l’attività dell’enzima cicloossigenasi, uno dei principali mediatori dell’infiammazione).
  • Alga wakame – alga marina edibile, bruna, che in Giappone rappresenta una fonte nutrizionale importantissima. Contiene tutti gli amminoacidi essenziali, minerali, vitamine e fibre. Nota nell’ambito del controllo del peso, contribuisce al metabolismo dei grassi.
  • L-asparagina – aminoacido non essenziale, coinvolto nel ciclo dell’urea, isolato per la prima volta dall’ortaggio da cui prende il nome (asparago). Importante per le funzioni nervose e cerebrali, in quanto neurotrasmettitore eccitatorio e precursore naturale del GABA. All’asparago sono inoltre riconosciute proprietà diuretiche.
  • Centella asiatica – pianta spontanea tipica delle regioni tropicali e subtropicali, è anche nota come “erba della tigre”. Il principio attivo viene estratto dalle parti aeree e dalle foglie: i suoi effetti riguardano soprattutto la circolazione sanguigna, perché presenta proprietà eudermiche, stimola la sintesi di collagene ed è indicata negli stati di insufficienza venosa e trattamento della cellulite.

Il drenante migliore? Quello più adatto alle tue esigenze!

Sul mercato sono presenti tantissimi prodotti in formulazioni diverse. Per prima cosa è utile capire qual è la formulazione più adatta a noi: se facciamo fatica a deglutire ed ingerire pastiglie, meglio orientarsi verso la scelta di prodotti liquidi; in caso contrario, potrebbero fare a caso nostro proprio formulazioni in capsule.

Yamamoto Nutrition e Yamamoto Research presentano diversi prodotti ad azione drenante, sia in capsule che in forma liquida.

I 3 prodotti di punta tra i drenanti sono sicuramente Ai-DREN, Ai-DIUREBOL e Diuricell. Vediamo le loro caratteristiche e composizione, per capire la formula più adatta a noi e che ci permetta di ottenere i risultati desiderati.

  • Ai-DREN: formato capsule e composto da Rabarbaro, Tarassaco, Ciliegio, Lespedeza, Cranberry, Uva ursina, Ginepro, Tè verde, Alga Wakame, Iodio e Fibre (sia solubili che insolubili). Ad alto contenuto di fibre, è indicato per le funzioni depurative, il drenaggio dei liquidi corporei e normale funzionalità delle vie urinarie; lo iodio contribuisce al mantenimento della salute della pelle.
  • Ai-DIUREBOL: formato capsule e composto da Tarassaco, Pilosella, Bromelina, Uva ursina, L-asparagina, Verga d’oro, Centella e Vitamina B6. Supporta la funzione epatica, sostiene la regolarità del tratto intestinale e le funzioni depurative dell’organismo. La presenza di Pilosella e L-asparagina lo rendono l’ideale per contrastare la pesantezza degli arti inferiori, e l’uva ursina e la verga d’oro favoriscono anche la funzionalità delle vie urinarie.
  • DIURICELL: formato liquido da diluire in acqua e composto da Bromelina, Pilosella, Betulla bianca, Tarassaco, Pungitopo, Orthosiphon, Verga d’oro ed estratto di Arancio amaro. È indicato per favorire le funzioni depurative e l’equilibrio del peso corporeo. Infatti, la presenza di Bromelina ed estratto di arancio amaro partecipano allo stimolo metabolico, al funzionamento del metabolismo lipidico e quindi al mantenimento dell’equilibrio del peso corporeo. La sua formulazione lo rende una pratica e gradevole bevanda che agisce dall’interno, favorendo la diuresi e aiutando a smaltire liquidi e tossine in eccesso.

Conclusioni

I prodotti a base di sostanze drenanti sono sicuramente un utile supporto quando si tratta dell’eliminazione dei fluidi in eccesso o nella riduzione di sintomi tipici di ritenzione idrica, cellulite ed edema, collegati anche a stati infiammatori. Chiaramente da soli non bastano: stile di vita attivo e dinamico, buon livello di idratazione ed alimentazione equilibrata sono essenziali per il raggiungimento di un buono stato di salute, libero da fastidi e sintomatologie dolorose.

 

 

Bibliografia

González-Castejón M, Visioli F, Rodriguez-Casado A. Diverse biological activities of dandelion. Nutr Rev. 2012 Sep;70(9):534-47. doi: 10.1111/j.1753-4887.2012.00509.x. Epub 2012 Aug 17. PMID: 22946853.

Willer J, Zidorn C, Juan-Vicedo J. Ethnopharmacology, phytochemistry, and bioactivities of Hieracium L. and Pilosella Hill (Cichorieae, Asteraceae) species. J Ethnopharmacol. 2021 Dec 5;281:114465. doi: 10.1016/j.jep.2021.114465. Epub 2021 Aug 3. PMID: 34358652.

Hikisz P, Bernasinska-Slomczewska J. Beneficial Properties of Bromelain. Nutrients. 2021 Nov 29;13(12):4313. doi: 10.3390/nu13124313. PMID: 34959865; PMCID: PMC8709142.

Chen H, Xiao H, Pang J. Parameter Optimization and Potential Bioactivity Evaluation of a Betulin Extract from White Birch Bark. Plants (Basel). 2020 Mar 23;9(3):392. doi: 10.3390/plants9030392. PMID: 32210064; PMCID: PMC7154890.

Ercan G, Ilbar Tartar R, Solmaz A, Gulcicek OB, Karagulle OO, Meric S, Cayoren H, Kusaslan R, Kemik A, Gokceoglu Kayali D, Cetinel S, Celik A. Potent therapeutic effects of ruscogenin on gastric ulcer established by acetic acid. Asian J Surg. 2020 Feb;43(2):405-416. doi:

Musial C, Kuban-Jankowska A, Gorska-Ponikowska M. Beneficial Properties of Green Tea Catechins. Int J Mol Sci. 2020 Mar 4;21(5):1744. doi: 10.3390/ijms21051744. PMID: 32143309; PMCID: PMC7084675.

 Neyrinck AM, Etxeberria U, Taminiau B, Daube G, Van Hul M, Everard A, Cani PD, Bindels LB, Delzenne NM. Rhubarb extract prevents hepatic inflammation induced by acute alcohol intake, an effect related to the modulation of the gut microbiota. Mol Nutr Food Res. 2017 Jan;61(1). doi: 10.1002/mnfr.201500899. Epub 2016 Jun 1. PMID: 26990039.

 Biro A, Markovich A, Homoki JR, Szőllősi E, Hegedűs C, Tarapcsák S, Lukács J, Stündl L, Remenyik J. Anthocyanin-Rich Sour Cherry Extract Attenuates the Lipopolysaccharide-Induced Endothelial Inflammatory Response. Molecules. 2019 Sep 21;24(19):3427. doi: 10.3390/molecules24193427. PMID: 31546579; PMCID: PMC6804180.

 Park JE, Lee H, Kim SY, Lim Y. Lespedeza bicolor Extract Ameliorated Renal Inflammation by Regulation of NLRP3 Inflammasome-Associated Hyperinflammation in Type 2 Diabetic Mice. Antioxidants (Basel). 2020 Feb 10;9(2):148. doi: 10.3390/antiox9020148. PMID: 32050658; PMCID: PMC7071116.

 González de Llano D, Moreno-Arribas MV, Bartolomé B. Cranberry Polyphenols and Prevention against Urinary Tract Infections: Relevant Considerations. Molecules. 2020 Aug 1;25(15):3523. doi: 10.3390/molecules25153523. PMID: 32752183; PMCID: PMC7436188.

 Guay DR. Cranberry and urinary tract infections. Drugs. 2009;69(7):775-807. doi: 10.2165/00003495-200969070-00002. PMID: 19441868.

 Drugs and Lactation Database (LactMed) [Internet]. Bethesda (MD): National Library of Medicine (US); 2006–. Uva Ursi. 2021 Jun 21. PMID: 30000963.

 Gammone MA, D'Orazio N. Anti-obesity activity of the marine carotenoid fucoxanthin. Mar Drugs. 2015 Apr 13;13(4):2196-214. doi: 10.3390/md13042196. PMID: 25871295; PMCID: PMC4413207.

 Batool T, Makky EA, Jalal M, Yusoff MM. A Comprehensive Review on L-Asparaginase and Its Applications. Appl Biochem Biotechnol. 2016 Mar;178(5):900-23. doi: 10.1007/s12010-015-1917-3. Epub 2015 Nov 7. PMID: 26547852.

 Sun B, Wu L, Wu Y, Zhang C, Qin L, Hayashi M, Kudo M, Gao M, Liu T. Therapeutic Potential of Centella asiatica and Its Triterpenes: A Review. Front Pharmacol. 2020 Sep 4;11:568032. doi: 10.3389/fphar.2020.568032. PMID: 33013406; PMCID: PMC7498642.




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento