Search Menu
 
Cookie policy
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
I segreti del Melograno: proprietà e benefici
I segreti del Melograno: proprietà e benefici

I segreti del Melograno: proprietà e benefici

Data: 12 luglio 2021

Il melograno è un alimento straordinario, non solo buono e gustoso sia in inverno che in estate, ma anche ricco di elementi e di proprietà benefiche.

In questo articolo approfondiremo tutto questo, vedremo anzitutto quali sono i benefici di una sua assunzione regolare, quali sono gli elementi che possiamo trovarvi all’interno e come prepararlo per dei pasti gustosi!

Cos’è il melograno

La melagrana (melograno nel linguaggio comune) è un frutto della pianta melograna, una Punicacea del genere Punica e specie Granatum. E’ un frutto molto antico storicamente collegato ad un significato magico.

Elementi benefici

All’interno del melograno possiamo trovare la vitamina C, una delle vitamine più importanti per il nostro organismo. Essa è un fortissimo antiossidante ed una molecola immunostimolante in grado di rinforzare le nostre difese immunitarie.

E’ presente in buone quantità anche la vitamina A e la provitamina A, entrambe ottimi antiossidanti, fondamentali per la vista e funzionalità della retina e coadiuvanti del processo di abbronzatura (quindi si, è un ottimo alimento per predisporre la nostra pelle all’estate!).

Da un punto di vista di minerali il melograno è particolarmente ricco di potassio, fosforo e moderate quantità di sodio, magnesio e ferro (non eme).

Ricco inoltre di fenoli tra cui l’acido gallico, caffeico e catechine.

Ricca di vitamine e benefici, la melagrana

Proprietà del melograno

Dopo aver dato uno sguardo ai principali microelementi, vediamo quelli che sono i benefici. La quantità di tannini permette di avere delle proprietà astringenti. I semi, e l’olio ricavato dagli stessi ha forti proprietà antiossidanti (oltre dunque al contenuto di vitamine).

La corteccia e le radici vengono fatte essiccare ed utilizzate in decotti dalle proprietà tenifughe e antidiarroiche.

Il melograno è, inoltre, uno stimolatore dell’ossido nitrico. Ideale quindi per favorire il microcircolo ed incentivare l’afflusso di sangue durante l’attività fisica.

La melagrana contiene acido ellagico, un potente antiossidante utile a combattere i radicali liberi che, diversamente, sono in grado di danneggiare le cellule e il relativo materiale genetico in esse contenuto, ossia il DNA.

L’acido ellagico insieme all’acido punicico, anch’esso contenuto nel melograno, favoriscono la formazione di nuove cellule agevolando la rigenerazione del tessuto cutaneo. Da qui le proprieà anti-aging nonché protettive per il sistema immunitario.   

Succo del melograno

Il succo di melograno è un potente alleato per la prevenzione e la salute del sistema cardiovaloscare.

Se assunto con regolarità, porta avanti un’azione anticoagulante e ottimizzante del profilo lipidico, intervenendo nella riduzione del colesterolo-LDL (anche detto “cattivo”) e nell’aumento del colesterolo-HDL (quindi buono). Da qui ne deriva la sua efficacia nel ridurre i coaguli di sangue e facilitarne la circolazione nel torrente ematico. Il succo di melograno è un vero e proprio spazzino per le nostre arterie.

Dal succo di melograno troviamo un pool di elementi bioattivi, gli elagitannini, straordinariamente potenti per la saliva, dotati di proprietà antiossidanti e neuroprotettive, che vengono sintetizzate a livello intestinale e liberano l’acido ellagico da cui deriva l’urolitina-A. Questo metabolita mosta benefici in termini di degradazione selettiva dei mitocondri “difettosi” atti a migliorare longevità, salute muscolare e metabolica. Molti preferiscono bere il succo filtrato, perché i semi possono risultare sgradevoli da masticare, ma sono del tutto commestibili anzi, se venissero masticati e ingeriti si introdurrebbero una quantità maggiore di polifenli e di acidi grassi (oleico, linoleico), ma anche vitamina C, vitamine del gruppo B.    

Come prepararlo, qualche idea!

Dopo averne apprezzato i benefici, vediamo qualche idea per utilizzarlo in cucina. Sicuramente al primo posto abbiamo l’insalata di melograno. Preparate un’insalata con lattuga, pomodorini freschi, olio extravergine di oliva, 30-40g di feta, ½ avocado e mezzo melograno per dare un sapore più dolce in contrasto con il condimento.

Possiamo inoltre usarlo per aromatizzare il nostro overnight oat che mangeremo a colazione. Prepariamo un porridge con avena, quindi aggiungiamo mezzo melograno se mettiamolo a riposare la notte in frigo in modo che si freddi e divenga più corposo. Al mattimo avremo una colazione energizzante e gustosa! Per renderla più proteica possiamo aggiungere 1 scoop di proteine in polvere isolate, come le Iso Fuji Yamamoto al gusto vaniglia.  

Conclusioni

Abbiamo visto i principali benefici del melograno ed imparato a conoscerlo meglio. E’ un frutto straordinariamente ricco di proprietà benevole per il nostro organismo oltre ad essere estremamente gustaso e ideale per preparare pietanze creative e colorate!




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento